Istruzioni per l’uso bianco su bianco

Inutile che cerchi, tanto lo sai che qui non troverai istruzioni per l’uso nero su bianco e nemmeno bianco su bianco su come fotografare una sposa nella neve.

“Cammino affondando nella neve che mi arriva alle ginocchia, tenendo in mano l’ombrello rosso, grande, che ogni dieci passi devo svuotare, agitandolo, perché i fiocchi che continuano a cadere lo rendono pesante, troppo pesante anche a reggerlo con entrambe le mani.  L’aria è così bianca e solida che non vedo il lago eppure sto camminando a tre metri dalla riva. Nelle mie scarpe sbagliate proseguo, incantata.”

Avevo meno di vent’anni quando appuntavo questi pensieri per farne un giorno qualcosa, chissà. Di allora mi è rimasto l’incanto per il bianco elemento, il fascino che la neve esercitava su di me (che pure ci sono nata e che, ahimè, non la frequento più), ipnotizzandomi mentre cercavo di indovinare quel punto più lontano, in alto nel cielo, da cui i fiocchi venivano giù.

Fotografare la neve è una vera sfida. Non ci sono indicazioni utili per farlo. L’unica è provare, provare, provare e provare ancora.

La neve non è tutta uguale. Cambia a seconda dell’ora, del cielo, del paesaggio su cui si posa, del soggetto che ci si posa sopra. Quella dei davanzali, in una poesia non ancora scritta, può finalmente diventare il gelato che i bambini aspettano dagli anni ’60, seduti vicino al camino.

Secondo l’antropologo Hugh Brody[6] “nella lingua inuktitut esistono molte parole per descrivere le diverse forme e condizioni della neve. C’è la neve che scende, la neve che segna la fine della bella stagione, la neve appena caduta, la neve soffice su cui si fa fatica a camminare, i cumuli di neve morbida, la neve dura e cristallina, quella che si è sciolta e poi ricongelata, la neve su cui è piovuto sopra, la neve farinosa, la neve trasportata dal vento, la neve con cui il vento copre gli oggetti, la neve dura che cede sotto il peso dei passi, la neve fusa per essere bevuta, la neve ammucchiata e la neve più adatta a costruire gli iglù.

Non smetteremo mai di ripeterlo (eppure speriamo di non risultare noiosi) che, anche in questo caso, per fare una buona fotografia bisogna immergersi nella situazione che si vuole ritrarre.

Lo so, la neve è fredda e immergervisi può diventare un po’ scomodo, eppure solo amando la neve, sentendone il racconto dello scricchiolìo sotto le suole, lasciandosene accecare, incantare e intridere si può arrivare a ritrarla “bene”. E anche a ritrarre bene perfino una bianca sposa nella bianca neve.

Che la sposa, poi, sia dotata di un perfetto sistema termoregolatore, vi aiuterà a non ritrarla troppo viola, e che lo sposo di nero vestito si adoperi per farle da “sfondo” almeno ogni tanto, aiuterà i vostri occhi a vederla ancora e ancora fintanto che durerà il vostro shooting.

Luce, poi, sia chiaro (!) non è un sostantivo singolare. Nel senso che la luce, in realtà è le luci di cui si compone e in un paesaggio imbiancato le luci possono veramente accecare e annullare ogni profondità. Sarà utile quindi lavorare di contrasto.

Spose o no, fotografare la neve può essere dunque un’esperienza forte. Non solo perché mantenere fermo l’eventuale tremore delle mani mentre si scatta può comportare una notevole forza ma anche perché nella neve (così come in mare aperto o tra le dune di un deserto) potremmo incontrare noi stessi.

Se volessi fare questa esperienza e ti dovesse capitare di incontrare un’altro te, sii carino quando ti chiederà: “ma tu cosa c…o ci fai in questo maledetto freddo?” Scattati una foto e nelle tue scarpe sbagliate prosegui, incantato.

FullSizeRender (1)

 

Tu lo hai già fatto? Raccontacelo con un tuo scatto “imbiancato” inviandocelo in formato JPG a imagestudioblog@gmail.com e noi pubblicheremo gli scatti più belli in una gallery dedicata. Buon lavoro!

 

(m.p.)

 

 

Annunci

Un pensiero su “Istruzioni per l’uso bianco su bianco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...