Bunkers del Carmelo

Bunkers del Carmelo

Si anch’io mi sono ritrovato a posare il mio sguardo dall’alto ,sulle strade appena percorse per giungere al bunker del Carmelo.

Strade percorse a piedi, conquistando metri in altitudine senza però mai vedere la meta, un pò perché nascosta dai palazzi e anche perché gli occhi si posano senza sosta su momenti di vita coinvolgenti, a volte nuovi ,a volte già visti.

Così come sembrano già vissute in luoghi altri, le esperienze visive, olfattive, sonore in una città dai molti volti.

Siamo stati quasi i primi , Francesca ed io, ad arrivare al sito dei bunker costruiti pare negli anni 30 per ospitare i cannoni della contraerei.

Molti di questi bunker, non solo in Spagna, sono stati recuperati a funzioni diverse e resi fruibili come  spazi espositivi o luoghi della memoria ( vedi i bunker di Mussolini a Villa Torlonia in Roma o i bunker di Soratte), come per andare oltre l’orrore delle guerre che paiono purtroppo non passare mai di moda.

E’ pur sempre un esercito quello che occupa il Bunker del Carmelo a Barcellona, ma un esercito armato di musica, birra, macchine fotografiche, smartphones e soprattutto di occhi ammaliati dal superbo panorama, ancora più magico al calar della sera.

Occhi spesso chiusi per lasciarsi andare o per sentire meglio l’appartenenza ad una umanità profonda e senza tempo.

Luigi Grieco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...